Home Page

Il Club Attività del Club La nostra Storia Gli Itinarari Tecnica e sicurezza I nostri amici Compro e Vendo Il nostro Forum, www.clubdelgommone.com/forum

Il Club
Chi Siamo
Presidentepensiero
Consiglio Direttivo
Supersocio
Dove siamo
Iscrizioni
Statuto
Regolamento
Notiziando
Notiziando news
Blob
Crediti
Link Utili
L'Usato

Attività
Programma Nautico
Gare - I nostri Campioni
Assistenza Manifestazioni
Concorso Fotografico
Salone Nautico di Genova
Rafting
Convenzioni

Riva Venezia2002
Riva Portofino2003
Riva Portorose2004
Riva Venezia 2006

La nostra storia
Pavia Venezia
Raid Storici
I Presidenti
Le nostre brochure
Raid dei Balcani
Periplo della Corsica
Peloponneso
Yugoslavia
Raid del Marocco
Milos
Otranto Kushadasi
Raid Mare 7
Mare nostrum
Pur che galleggi
Promo
Prima riunione dei club
Stranaviglio 1983

Le rotte della storia
La battaglia di Lepanto
Il Canale di Corinto
L'Arsenale di Venezia

Itinerari
Eolie
Grecia - Le isole degli dei
Croazia
Isole del Quarnaro
Costa Brava
Crociera Partenopea
Grecia - Peloponneso
Grecia - Santorini
S.Vincenzo - Sapri
Costa Azzurra
Il Reno
Pavia Venezia
Argentario
Elba
Gallipoli
Lago di Lucerna
La Chiusa a piano inclinato
Egeo
Egeo uno
Splendida Ponza
Sardegna Costa Smeralda
Costa del Cilento

Tecnica
GPS (DBG)
Flap
Emissioni dei motori
VHF
Il cane a bordo
Il medico a bordo
Organizzazione crociere
Eliche
Le batterie
Installazione motori
Dotazioni di Sicurezza

Programma 2009
Programma 2008
Programma 2007
Programma 2006
Programma 2005
Programma 2004
Programma 2003

Programma 2002
Programma 2001
Programma 2000
Programma 1999
Programma 1998

 

di Alessandro Bortolazzo

Dopo aver affrontato un viaggio interminabile per portare i gommoni da Milano a Otranto, la Grecia ci sembra più vicina.

Pronti per la partenza, i due equipaggi, dell' Iron (Nautica Led 590) Angelo, Sonia e il piccolo Edo e del Blade (Zar 53) Alessandro e Simona, con bagagli attrezzature e pieno di carburante, veniamo bloccati dalla tramontana, che in quei giorni soffiando fino a 35 nodi ci costringe a ritardare la partenza.

Finalmente la mattina di Ferragosto le condizioni meteo marine sono ottimali per traversare il Canale d'Otranto in sicurezza, tanto che anche un terzo equipaggio di gommonauti, ci chiede di poter navigare il canale in compagnia, ovviamente accettiamo e fatte le dovute presentazioni, avviamo i motori. Impostata la velocità sui 18 nodi vediamo la costa salentina allontanarsi sempre più fino a sparire all'orizzonte. La navigazione prosegue senza intoppi con un onda di un metro e mezzo al giardinetto, spinta da un vento di 11 nodi. Un curioso avvenimento segna il nostro arrivo alle prime isole greche, un calamaro forse desideroso di un passaggio salta a bordo dell' Iron, facendo la felicità del piccolo Edo che salutandolo lo restituisce al mare.

Passiamo la prima notte a Corfù, al marina di Gouvia, dove, dopo un breve bagno in prossimità di un'isoletta vicina, possiamo finalmente montare le tende e andare, ormai in tarda notte, a visitare la città.

Il giorno successivo salpiamo in direzione Paxos, un'isoletta a Sud di Corfù: lì facciamo il bagno in una delle tante calette che l'isola offre. Decidiamo, poi, di spostarci nella tranquilla baia di Lakka dove avremmo passato la notte in rada, dopo aver cenato in uno dei tipici ristoranti del paese.
La sensazione di libertà è totale.

Il giorno seguente, ci svegliamo presto e ci dirigiamo verso Parga, per fare colazione. Il posto è molto suggestivo ed è possibile visitare diversi negozi, curiosando tra i prodotti artigianali tipici.
Con la pancia piena, dopo un veloce bagno, finalmente avviamo i motori e facciamo rotta verso Lefkada, che sarebbe diventata la nostra base per qualche giorno. Il mare è al traverso e ci divertiamo a cavalcare le onde ricevendo anche qualche secchiata d'acqua ogni tanto. Il porto di Lefkada ci accoglie con una serie di servizi moderni e con la sensazione di essere in un posto pieno di vita. Le barche vanno e vengono dal marina e ci sono tanti turisti che affollano il paese, soprattutto al calar del sole. Scopriamo vicoli e ristoranti piacevoli e inattesi, mentre i nostri gommoni ci aspettano per un'altra notte di pace, cullati dalle onde.
Passiamo i due giorni successivi visitando località minori protette dall'isola di Lefkada, passando da Nidri e da Meganisi, e approfittiamo per fare tanti bagni e anche qualche - immancabile - lavoro di manutenzione ai gommoni.

Purtroppo il giorno del rientro arriva presto, dobbiamo infatti raggiungere nuovamente l'isola di Corfù per attraversare il canale d'Otranto in tempo, prima che arrivi un'altra ondata di tramontana

 

Angelo, Sonia e Edo.

Alessandro fotografato da Simona

 

Notte al Marina di Gouvia

 

Golfo di Nidri

 

Il Percorso: 350 miglia fra andata e ritorno.

Otranto, Othoni, Corfù Gouvia, Corfù Città, Paxi, Anti-Paxi, Parga, Lefkas, Meganisi.

 


 

 

Il Club - Attività - Itinerari - Storia - Il Club consiglia - Un po' di Tecnica - L'usato


home

club del gommone

Home Page Home Page Home Page Il Club Attività del Club La Storia del Club Tecnica e Sicurezza Gli amici del Club Compro e Vendo Forum dle Club